Come preparare la cucina in stile Montessori per il tuo piccolo

Cucina Montessori

Come preparare l’ambiente per una cucina Montessori?

Nella filosofia o metodo Montessori, i genitori sono responsabili della preparazione della casa affinché il bambino possa godere di autonomia e libertà.

L’ambiente va preparato non solo in camera (scopri idee per una baby room Montessori), dove il bambino dorme e gioca, o nel bagno Montessori (vedi come preparare il bagno Montessori per dire addio al pannolino), ma in tutte le aree della casa in cui il tuo piccolo svolge un’attività.

La cucina Montessori è uno spazio della casa dove i bambini possono sperimentare in modo sensoriale, preparando la colazione, una merenda o un bicchiere di latte.

Inoltre, è anche un luogo dove amano svolgere attività con i genitori, come cucinare, cuocere al forno, sporcarsi le mani, lavare i piatti…

cucina montessori

Pertanto, la cucina di casa tua è lo spazio che ti dà la possibilità di legare con i tuoi figli.

Ma per evitare spaventi o incidenti, e permettere al bambino di poter svolgere le proprie attività quotidiane in modo autonomo e senza l’intervento di un adulto, è necessario apportare alcune modifiche.

Oggi voglio parlarvi di come preparare una cucina in stile montessoriano in modo che sia adatta ai bambini (se non viene adattata diventa un vero campo minato e non stimola lo sviluppo del bambino).

Conservazione

Piatti, bicchieri e posate devono essere a portata di mano del bambino o in un armadio Montessori, cassetto o su uno scaffale Montessori. Devi solo tenere a mente che:

  • L’armadio o il cassetto dovrebbero poter essere aperti facilmente
  • Gli utensili devono essere conservati alla loro altezza
  • Il contenuto deve essere pulito e visibile
  • Non dovrebbero esserci ostacoli che rendano difficile rimuovere o riporre gli effetti personali

Più o meno dovresti seguire le stesse regole di ordine delle mensole per giochi Montessori.

Se la tua cucina non ha molto spazio, metti il materiale che il tuo piccolo usa quotidianamente nei mobili bassi della cucina o nei cassetti che raggiunge.

Se la tua cucina ha abbastanza spazio, puoi scegliere di posizionare un mobile dove è concentrato tutto il materiale di cui hai bisogno. A parte i piatti, bicchieri e posate, l’acqua, il tagliere, gli strofinacci da cucina per pulire, i cereali per la colazione…

Uno dei mobili di maggior successo è la cucina giocattolo in legno, poiché con alcuni “trucchi” decorativi diventa uno strumento Montessori per la cucina.

Gli armadietti sono utilizzati per riporre stoviglie, utensili o cibo, un tagliere è posizionato sopra il fornello e un distributore d’acqua è posizionato dove sarebbe installato il rubinetto; dato che il lavandino è proprio sotto il rubinetto dell’erogatore, se perde, non si bagna nulla.

Questa cucina Montessori può essere assemblata nel suo insieme oppure utilizzare solo la parte inferiore. Quello che ti piace di più o si adatta meglio allo spazio che hai.

Consiglio
Montessori opta per tazze in vetro e piatti in ceramica, poiché si ritiene che i bambini debbano utilizzare “materia vera” nelle loro attività quotidiane.
Anche così, se vuoi evitare incidenti, puoi acquistare bicchieri, ciotole e piatti infrangibili. Sembrano proprio come quelli “veri” ma con zero rischi.

Il frigorifero

Il frigorifero deve essere adattato anche ai più piccoli. Latte, yogurt, salsiccia o frutta… sono alimenti che i bambini consumano e si trovano quasi sempre in frigorifero.

E se il tuo piccolo non riesce a raggiungere o non riesce a vedere quei prodotti? Che la tua cucina cessi di essere uno spazio in cui si sviluppa autonomamente.

La sfortuna, se così si può chiamare, è che la maggior parte dei frigoriferi oggi ha un congelatore inferiore, il che rende il ripiano inferiore del frigorifero troppo alto per i più piccoli.

Forse pensi che la soluzione sia posizionare uno sgabello in modo che arrivi. È una valida opzione per raggiungere un tavolo, un bancone o per raggiungere la toilette. Tuttavia, con un frigorifero non è una buona opzione.

Il motivo è che una volta salito sullo sgabello, deve aprire la porta del frigorifero. E se sei davanti alla porta, appollaiato su uno sgabello, l’operazione è tutt’altro che semplice.

Una volta aperta la porta, devi togliere il cibo e se la tua coordinazione non è ancora del tutto sviluppata, farlo in equilibrio su uno sgabello non è la cosa più intelligente da fare.

Cosa fare per rendere il frigo “Montessori friendly”?

  • Usa un frigorifero con il congelatore in alto e prepara i ripiani inferiori del frigorifero per l’uso del tuo piccolo.
  • Metti un piccolo frigorifero in modo che il tuo piccolo possa usarlo in esclusiva; l’unico svantaggio di questa soluzione è che, ancora una volta, è necessario avere spazio in cucina.

Acqua potabile nella cucina Montessori

Le attività che il tuo piccolo svolge in cucina devono essere adattate alle sue capacità psicomotorie. Compiti che per gli adulti possono essere molto semplici, per un bambino a volte possono essere una bella sfida.

L’acqua potabile è una di quelle attività. Ti sei fermato a pensare cosa significa per un bambino che sta imparando a gestire se stesso?

Per prima cosa devi prendere un bicchiere. Finora, se ce l’hai a portata di mano, è facile. Ma poi arriva la parte complicata perché…

Devi prendere la bottiglia (a volte tirarla fuori dal frigorifero), svitare il tappo, tenerlo con entrambe le mani, fare attenzione a mirare bene nel bicchiere, sforzarti di tenere la bottiglia in modo che l’acqua non fuoriesca, sollevare la bottiglia prima Prima che il bicchiere trabocchi, riposizionare il tappo e riporre la bottiglia.

Uff, bel lavoro.

Hai davvero bisogno di complicare così tanto la vita del tuo piccolo ogni volta che vuole un bicchiere d’acqua?

Presumo che la tua risposta sia no. In tal caso, quello che devi fare per rendere la tua cucina una cucina Montessori è mettere in cucina un distributore d’acqua.

Il dosatore è meglio se ha il rubinetto e, soprattutto, se è all’altezza del bambino, in modo che possa appoggiare il bicchiere e aprire e chiudere il flusso dell’acqua senza problemi.

Il dispenser viene solitamente posizionato su alcuni mobili bassi. Nella maggior parte dei casi vengono utilizzati gli stessi mobili utilizzati per riporre piatti, posate, bicchieri (ad esempio la cucina Montessori per bambini Ikea).

Ma questo dipende da ogni casa. Devi giocare con lo spazio, la distribuzione e i mobili che hai.

Un’altra opzione è quella di mettere l’acqua in una caraffa, in modo che il tuo piccolo possa servirla nel bicchiere. Con la caraffa non devi svitare il tappo e con un manico puoi tenerlo più facilmente e comodamente.

Lavarsi le mani

Lavarsi le mani è un’attività della vita pratica che il bambino svolge più volte al giorno. Sicuramente nel bagno Montessori hai tutto preparato per quello scopo ma… che dire in cucina?

La cucina Montessori è uno spazio in cui il 100% delle volte il tuo piccolo svolgerà un’attività in cui dovrà lavarsi le mani prima o dopo averlo svolto.

lavaggio delle mani

Pertanto, l’ambiente deve essere pronto e preparato in modo che possa farlo senza il tuo aiuto.

  • Prima di tutto, tuo figlio deve essere in grado di raggiungere il lavandino. Sia attraverso una torre di apprendimento che uno sgabello.
  • Una volta all’altezza del lavandino, dovresti essere in grado di aprire il rubinetto. Se è molto piccolo, gli sarà difficile raggiungere i comandi del rubinetto o del getto d’acqua. Ecco perché devi valutare se è necessario installare un’estensione tap.
  • E ovviamente non possono mancare una saponetta o un dispenser di sapone per le mani e un panno o carta da cucina Montessori per asciugarle.

Mangiare in una cucina Montessori

Se pratichi il metodo BLW, il tuo piccolo ha bisogno di uno spazio per sedersi a mangiare da solo. Si consiglia ai bambini di mangiare in famiglia, condividendo un tavolo con gli adulti, seduti su un seggiolone in evoluzione.

Anche così, ci saranno alcune situazioni in cui il tuo piccolo mangerà senza compagnia. O perché gli orari non coincidono con il resto della famiglia, ad esempio la colazione. O perché fa uno spuntino, per esempio, lo spuntino.

È fondamentale avere uno spazio in cucina Montessori dove poter preparare i suoi pasti: servirsi dei cereali con il latte, spalmare un toast o riempire un bicchiere di succo. Niente di meglio per queste faccende di un tavolo e una sedia Montessori per bambini, a seconda delle loro dimensioni.

Vi consiglio di optare per un sedia cubo Montessori, che è molto più sicuro, anche se può funzionare qualsiasi altro tipo di seggiolino per bambini 😉

Se non hai molto spazio in cucina e in questo momento stai pensando “Oh no… sedia e tavolo per bambini? un’altra spazzatura in lista per adattare la cucina alla filosofia Montessori”, ho buone notizie.

Dal momento che avrai bisogno di una torre di apprendimento, qualunque cosa accada, puoi acquistare una torre di apprendimento convertibile (e quindi uccidere 2 piccioni con una fava). Questo mobile può passare dall’essere una torre (per raggiungere il marmo, il lavabo, qualunque tavolo tu abbia…) all’essere un tavolo tipo scrivania, dove il tuo piccolo può sedersi per mangiare, preparare da mangiare o disegnare se lui ha voglia di vena creativa mentre cucini 🙂

Cucinare in una cucina Montessori

I bambini possono anche cucinare in una cucina in stile Montessori. Quello che cucinano o preparano dipenderà dalla loro età, abilità e abilità.

Ma se una cosa è chiara, è che devono poterlo fare in autonomia, cioè con supervisione ma senza aiuto.

Alcune preparazioni possono essere fatte al tavolo dei bambini dove mangiano, oppure nell’armadio della cucina (tipo Ikea) per la conservazione. Tuttavia, ce ne sono altri che devono essere fatti sul marmo della cucina ed è essenziale avere una torre di apprendimento.

coltello tagliato

Con uno sgabello o una sedia va bene? Per arrivare al marmo in cucina, sì. Per arrivare al marmo della cucina Montessori e che il bambino sia al sicuro, no.

Le torri di apprendimento prevengono gli incidenti di caduta, che in cucina possono essere più pericolosi (è più facile scivolare su liquidi o cibo)

Piu vendutti No. 1
COSYLAND Torre Montessoriana Bambini in Bambù, Torretta Montessoriana...
  • Torre Montessoriana Bambini in Bambù: la Torre Montessoriana Bambini è realizzata in bambù naturale, un materiale...
  • Struttura più robusta: la Torre Montessoriana Bambini ha una struttura a forma di "A" unica che offre una funzione...
  • Alta capacità di carico: questa Torretta Montessoriana è adatta per bambini dai 18 mesi ai 3 anni ed è in grado di...
Piu vendutti No. 2
defiPad Torre Montessoriana Elegante e Sicura | Learning Tower | Torretta...
  • Massima sicurezza: bordi sicuri e gommati, sponde integrate e traverse anteriori aggiuntive per evitare che il bambino...
  • Versatilità e regolazione in altezza: Questa torre montessoriana cresce con il vostro bambino! Regolazione dell'altezza...
  • Elegante e moderna: 4 varianti di colore per adattarsi a qualsiasi interno. Esclusivo decoro in rovere e classico nero o...
Piu vendutti No. 3
KYWAI® Torre Montessoriana:Torre di Apprendimento Trasformabile per Bambini in...
  • TRASFORMABILITÀ ECCEZIONALE: "Due in uno" non è mai stato così invitante! La nostra Torre di Apprendimento KYWAI può...
  • SICUREZZA MONTESSORI: Le nostre Torri di Apprendimento KYWAI, ispirate ai principi Montessori, sono progettate con la...
  • IL COMPAGNO IDEALE: Nella nostra quotidianità, la Torre KYWAI è un grande alleato. Il vostro bambino guadagna libertà...

Un altro dettaglio da tenere a mente è che gli utensili da cucina Montessori che utilizzano devono essere adattati alle dimensioni delle loro manine.

Proprio come metti un riduttore nel water perché il buco è troppo grande per il tuo piccolo, devi dargli degli utensili che possa maneggiare senza difficoltà.

Riesci a immaginarti a impastare il pane con un mixer 4 volte più grande del normale? Sarebbe complicato (oltre che comico). Bene, tieni presente che quando un bambino usa un mixer per adulti, è quattro volte più grande di quanto dovrebbe essere.

E questo esempio si estende a qualsiasi utensile (sbattiuova, colino, pinze…)

Il taglio (frutta o verdura) è un’altra attività della vita quotidiana che si svolge in una cucina Montessori. E anche se bambini e coltelli possono sembrare una miscela come acqua e olio, non preoccuparti, perché il sangue non arriva mai al fiume.

Ci sono coltelli adattati. Per i più piccoli, quelli ideali sono i coltelli ondulati, facili da impugnare (anche con 2 mani) e che tagliano a pressione.

I bambini più grandi possono usare coltelli con taglienti seghettati, punte smussate e manici ergonomici.

Oppure puoi anche optare per i coltelli di legno, ottimi per stendere il pane in sicurezza.

E, ultimo ma non meno importante, non può mancare il grembiule.

Il grembiule eviterà che il tuo piccolo si sporchi in cucina. Ma per poterlo utilizzare, deve essere appeso alla tua altezza, così puoi raccoglierlo e usarlo quando ne hai bisogno.

E dovrebbe anche essere facile da indossare. Perché, ad esempio, se tuo figlio non sa come allacciare i fiocchi, non potrà allacciarsi il grembiule. In tal caso, meglio optare per un grembiule che si chiude con il velcro o un grembiule che non necessita di allacciatura (che si può tirare sopra la testa, come una t-shirt).

Pulizia

E arriviamo all’ultimo punto di una cucina Montessori: la pulizia.

Così come tuo figlio impara a indossare un grembiule per non sporcarsi o lavarsi le mani prima e dopo aver cucinato, dovrebbe anche imparare a pulire la cucina e gli utensili che usa.

Ti incoraggio a preparare “l’angolo delle pulizie”, dove puoi trovare una scopa, una pala, un secchio, uno straccio e degli stracci (o qualunque cosa pensi di aver bisogno). Certo, che sono delle loro dimensioni, per lo stesso motivo che ho menzionato con gli utensili da cucina Montessori.

Questi strumenti ti aiuteranno a raccogliere le briciole sul pavimento, a pulire l’acqua versata o ad asciugare il tavolo se necessario.

Attività della vita quotidiana che gli adulti svolgono in cucina e che anche i bambini devono imparare a fare.

Il tuo piccolo dovrebbe anche essere in grado di pulire i piatti e le pentole che ha usato per mangiare o cucinare.

Il lavello è già predisposto per lavarsi le mani (torre di apprendimento, saponetta per le mani, panno per asciugare e prolunga per rubinetto). Ora non ci resta che aggiungere:

  • Spazzola per piatti (o spugnetta)
  • Detersivo per piatti (da non confondere con il sapone per le mani)
  • Uno scolapiatti per lasciare ciò che hai lavato

I bambini sono in grado di svolgere questa attività fin da piccoli. E anche se ti ho già detto sopra che con il metodo Montessori le stoviglie in ceramica e i bicchieri in vetro prevalgono su stoviglie e bicchieri in plastica, in tenera età è più sicuro per loro svolgere questa attività con bicchieri, piatti e ciotole infrangibili. si pensa?

Condividi questo post con chi è interessato 😉…

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00