Scopri il Baby Lead Weaning per allattare il tuo bambino

Qual è il metodo BLW o il metodo Baby-Led Weaning?

Il metodo BLW (Baby Lead Weaning) potrebbe essere tradotto come “metodo guidato dal bambino verso lo svezzamento”.

Il metodo è progettato in modo che tu possa integrare la dieta del tuo piccolo con latte materno (o formula) introducendo cibi solidi senza dover passare attraverso il porridge.

Questo metodo non è una novità. È ciò che è stato fatto quasi per tutta la mia vita. O pensi che 1000 anni fa esistessero dei frullatori per far mangiare al bambino un porridge ultra morbido? Ma ovviamente questo metodo di avanzamento del cibo viene ora applicato con molte più conoscenze rispetto a secoli fa e grazie a queste conoscenze, anche con più sicurezza quando si tratta di evitare il soffocamento.

E perché è meglio iniziare a introdurre cibi con il metodo BLW invece del porridge, vi chiederete, se alla fine tutti i bambini finiscono per mangiare cibi solidi.

Ebbene, questo metodo è strettamente legato alla genitorialità rispettosa (ecco perché ha tanto successo) ed è governato da una serie di principi di base che spesso non possono essere applicati al porridge.

Ad esempio, all’inizio del processo offri al tuo piccolo una serie di alimenti e gli permetti di rifiutarli se lo desidera. Ciò non significa che non puoi offrirli di nuovo in seguito.

Con il porridge, non potresti farlo. In effetti, il bambino non sa nemmeno quali alimenti ci sono in un porridge ed è tutto o niente.

Essendo un metodo in cui il bambino mangia da solo, decide: vede il cibo, lo osserva, lo tocca, lo assaggia (o no) e se gli piace lo mangia. E se non lo sputa o semplicemente non se lo mette in bocca.

Potresti pensare che lasciare che sia lui a decidere non è il più appropriato, che deve mangiare. Ma devi tenere presente che è un’introduzione al cibo solido, che il tuo piccolo sta già mangiando (perché continua con il seno o il biberon) e che è capace di autoregolarsi (nessuna persona, nemmeno un bambino, rifiuta il cibo quando ha fame).

È un metodo più per educare che per nutrire. A poco a poco il tuo piccolo scopre nuovi sapori, consistenze, colori e odori e instaura un sano rapporto con il cibo permettendo a te di rispettare i suoi tempi e a lui di mangiare secondo i suoi ritmi.

Un altro vantaggio di questo metodo è che il tuo piccolo non ha orari dei pasti diversi rispetto al resto della famiglia. Viene nutrito insieme alla famiglia. Potendo mangiare da solo (con le dita) i genitori non hanno le mani occupate e possono godersi un momento in famiglia durante la colazione, il pranzo o la cena.

Attenzione, mangiare insieme ha un altro grande vantaggio: sfrutta la naturale tendenza del bambino a provare gli stessi cibi che mangiano gli adulti, favorendo buone abitudini e un’alimentazione equilibrata (partendo dalla base che i genitori hanno un’alimentazione equilibrata).

Che ai bambini non piacciano le verdure o il pesce è falso. Sì, è vero che i nostri gusti cambiano con l’età e che quando siamo piccoli delle patatine o dei maccheroni a volte ci stanno meglio di un pezzo di nasello.

Ma se ti fermi a pensarci, hai mai visto un bambino di una tribù indigena dire a sua madre che non gli piace la carne di scimmia (me lo sto inventando) e che preferisce qualcos’altro da mangiare? Questi bambini mangiano con gli adulti fin da piccoli, non sanno cosa sia il porridge e sono convinto che nessuna madre si lamenti che “suo figlio non la mangia”.

Nelle società moderne si sono creati “problemi alimentari”, perché i legami tra bambini e adulti sono stati interrotti (a volte li separiamo dal gruppo) e sono state adottate usanze malsane e innaturali.

Con il metodo Baby Lead Weaning si è aperta la strada al recupero di un tipo di allevamento che non doveva mai andare perso.

6 vantaggi del metodo Baby-Led Weaning

Il metodo BLW presenta vantaggi rispetto al metodo tradizionale di alimentazione complementare con porridge o purè di cibo. Oltre a numerosi vantaggi sia per la famiglia che per il bambino stesso.

Di seguito citerò alcuni dei benefici più rilevanti che si possono ottenere grazie a questo metodo di svezzamento.

  1. Sviluppare la coordinazione occhio-mano e la masticazione: il bambino deve raccogliere il cibo con le mani e portarlo alla bocca. Ciò gli richiede di esercitare le sue capacità motorie, la presa e il controllo per essere in grado di portare alla bocca il cibo che vede nel piatto. Ciò richiede pazienza e perseveranza. Per il tuo piccolo, ma anche per te. All’inizio dovrai usare un panno e una paletta, perché sicuramente ci sarà più cibo per terra che all’interno della bocca. Nessuno ha detto che mangiare fosse facile 😉
  2. Migliora l’indipendenza e la fiducia: nella maggior parte dei metodi genitoriali (chiamiamola alternativa), come il metodo Waldorf, il metodo Montessori o il metodo Pikler, uno degli obiettivi principali è far sì che il bambino sperimenti da solo e raggiunga il massimo grado di indipendenza in base al tuo grado di maturità. Questi metodi sanno quanto sia importante per il bambino lo sviluppo fisico e psicologico. E non c’è niente di più gratificante per un bambino che sperimentare liberamente e svolgere da solo le attività della vita quotidiana. Questo ti dà una sensazione di indipendenza e fiducia, influenzando il tuo livello di autostima e quindi la tua felicità.
  3. Produce meno rifiuto di certi cibi: anche se sembra un controsenso, perché vi ho già detto che con questo metodo il bambino può rifiutare il cibo, il fatto che lui stesso, senza pressioni, possa scoprire consistenze, odori, colori e i sapori trasformano l’atto del mangiare in un gioco. E col passare del tempo, ed esponi il tuo piccolo a quegli stessi cibi, gli fa distinguere meglio i sapori, abituarsi a consistenze e odori e finisce per mangiare più varietà di cibi senza dubbio.
  4. Stabilisci una sana abitudine: il tuo piccolo non mangia da solo. Sai già che ciò che il metodo Baby Lead Weaning promuove è che il bambino mangia con la famiglia. Ciò rende l’ora dei pasti non solo quella, l’ora dei pasti, ma un momento piacevole da trascorrere con la famiglia. Il bambino si sente accompagnato, osserva il comportamento degli anziani e impara le buone abitudini. Se mangi le verdure, lui mangia le verdure. Se mangi lentamente e mastichi, ti imita.
  5. Riduce il rischio di obesità: con il metodo BLW il tuo piccolo può regolare la quantità di cibo che desidera. Mangia solo per soddisfare il suo appetito (né più, né meno). È stato dimostrato che imparare a regolare l’assunzione in modo autonomo in tenera età riduce la tendenza al sovrappeso a causa dell’eccesso di cibo. Inoltre, se offri al tuo bambino diversi gruppi di alimenti, vedrai che è anche in grado di selezionare quelli di cui il suo corpo ha bisogno. Ad esempio, più proteine ​​nei periodi di maggiore crescita.
  6. Eliminare i problemi nell’introdurre cibi solidi: non capita a tutti i bambini, ma ci sono alcuni che, se gli viene data la purea, ci si abitua e poi costa sangue, sudore e lacrime dar loro cibo “normale”. In questi casi i genitori attraversano un calvario che, con il metodo BLW, è inesistente. Non conoscendo le puree, il tuo piccolo impara cos’è il cibo allo stato naturale e per lui il passaggio dal latte materno al cibo solido non è un trauma.

Insomma, che il metodo, oltre ad avere tutti questi vantaggi, ti fa risparmiare anche il tempo di preparazione (un pasto unico per tutta la famiglia e senza dover macinare). Puoi chiedere qualcosa in più? 🙂

Quando iniziare con il metodo BLW?

Una delle più grandi paure dei genitori quando danno cibo solido ai loro piccoli è che possano soffocare. È un rischio reale. Con il metodo Baby Lead Weaning o con qualsiasi altro metodo che utilizzi.

Mangiare cibi solidi rappresenta un rischio anche per gli adulti.

Anche se ovviamente, nel caso dei bambini devi stare molto più attento. Per questo ti consiglio, prima di iniziare con il metodo Baby led Weaning, di informarti al riguardo. Leggi un libro sul metodo BLW (ce ne sono di molto buoni) e analizza i pro ei contro prima di metterti al lavoro.

Il metodo Baby Lead Weaning può essere avviato a partire dai 6 mesi di età.

Naturalmente, tenendo conto di alcuni punti di base.

Il tuo piccolo è in grado di stare seduto. A questo punto ci sono delle discrepanze perché ci sono persone che ritengono che il bambino dovrebbe stare seduto da solo, senza appoggio, prima di iniziare il metodo e altri ritengono che se il bambino è in grado di stare seduto, anche se è su un seggiolone , è già sufficiente per iniziare.

Il tuo piccolo può raccogliere il cibo. Anche se puoi far sedere il tuo piccolo, se il suo sviluppo motorio non gli permette di raccogliere il cibo e metterlo in bocca, non ha senso iniziare il metodo. Non è che gli metti cibo solido in bocca, ma che ha abbastanza coordinazione per farlo da solo e portare il cibo dal piatto alla bocca.

Il tuo piccolo ha perso il riflesso di estrusione. Questo riflesso è ciò che fa espellere il cibo da un bambino con la lingua. È un meccanismo di difesa quando il corpo non è ancora pronto per ingoiare i solidi. Se tuo figlio ha ancora questo riflesso, non pensare nemmeno di iniziare il metodo, perché allora c’è un serio rischio di soffocamento.

Il tuo piccolo è interessato al cibo. L’interesse per il cibo dovrebbe essere del bambino, non nella tua immaginazione. E come puoi sapere che tuo figlio ha un vero interesse per il cibo? Lo saprai con una semplice osservazione. Se segue il cibo con gli occhi, guarda il cibo nei piatti, vedi che ha voglia di provare quello che mangi, imita i movimenti degli adulti (per esempio finge di masticare) e piange anche se lo fai’ dargli quello che vuole… allora è pronto.

3 consigli per i principianti del metodo Baby Lead Weaning

  • Lascialo andare al suo ritmo. metti il ​​cibo davanti al tuo piccolo e non metterlo MAI in bocca, poiché ciò potrebbe causare soffocamento. Non interferire neanche. I primi giorni giocherà con il cibo e difficilmente mangerà. Devi sperimentare. Non sopraffarlo pulendo il suo pasticcio o rimproverandolo perché lancia il cibo o lo schiaccia. Dopo qualche giorno vedrai come inizia a mangiare senza fare tante “prove” con il cibo.
  • Assicurati che il cibo non bruci (proprio come faresti con il porridge); Nessuno vuole che il piccolo apra la lingua o la mano quando lo afferra. Introduci 3 diversi tipi di alimenti (non nuovi) ad ogni pasto, in modo che il tuo piccolo possa sperimentare sapori e consistenze e, allo stesso tempo, avere una dieta equilibrata.
  • Non distogliere gli occhi da lui mentre mangia. Anche se segui rigorosamente tutte le istruzioni del metodo, non sai mai se potrebbe esserci uno spavento. Naturalmente, essere consapevoli di tuo figlio non significa che dovresti essere in tensione: rilassati e divertiti a vedere come riesce a mangiare da solo.

Come vengono introdotti gli alimenti nel metodo BLW?

Il metodo BLW introduce gli alimenti in un modo diverso rispetto a come vengono introdotti con il porridge. Con il porridge, ciò che di solito si fa è introdurre determinati tipi di cibo in gruppi e in base all’età del bambino.

Questo perché, fino a poco tempo fa, i pediatri consideravano alcuni alimenti potenzialmente allergenici se introdotti in giovane età. E quello che ci hanno consigliato era di introdurli per gradi, partendo dai cereali, passando per la frutta e per finire con carne e pesce.

Sono stati effettuati studi che hanno confermato che questa usanza non ha avuto alcuna incidenza sulla comparsa o meno di allergie alimentari.

Quindi il metodo Baby Lead Weaning introduce gli alimenti in vari modi fin dall’inizio e ciò che fa è dare rilevanza alla consistenza, consistenza e dimensione degli alimenti, dando priorità a frutta, verdura e carni morbide e tecniche di cottura (bollite, arrostite, al forno, al vapore… )

La consistenza, la consistenza e la dimensione del cibo è importante affinché il bambino possa mangiarlo bene senza pericolo di soffocamento.

I cibi piccoli, come le olive o quelli duri, come le carote o le noci, rappresentano un rischio maggiore rispetto ad altri alimenti che a prima vista possono sembrare più minacciosi, come un frutto, che puoi succhiare e mangiare mentre vai. piccoli pezzi e al proprio ritmo, per esempio.

Devi introdurre nuovi alimenti uno per uno per scoprire se ce n’è uno che ti protegge dalle allergie. Gli offri un nuovo cibo e dopo tre giorni, se non ha avuto alcuna reazione allergica, puoi aggiungerne uno nuovo.

Come preparare il cibo con il metodo BLW (per evitare il soffocamento)

Affinché il tuo piccolo possa mangiare bene il cibo, il metodo Baby Lead Weaning spiega come tagliarli, prepararli e quali evitare per sicurezza.

Consistenza. tuo figlio prenderà il cibo con le mani e se lo porterà alla bocca. Ecco perché devi tenere a mente che, se sono molto morbidi, quando li raccogli, li schiaccerai quando chiuderai le mani. Al contrario, se sono molto duri, non sarai in grado di macinarli con le gengive (i denti non digrignano, i molari sì).

Consiglio

Se non sai se la consistenza di un alimento è adeguata, schiaccialo tra le dita per verificare se è troppo duro

Temperatura. Il cibo che dai al tuo piccolo non deve essere né troppo caldo né troppo freddo. Il tuo bambino ha bisogno di mangiare notando i sapori e le temperature estreme (oltre a essere un pericolo per la sua incolumità) impediranno loro di percepire le sfumature del sapore.

Dimensione. Frutta, verdura e carne dovrebbero essere tagliate a pezzetti, ma se sono molto piccole e il tuo piccolo non ha ancora imparato l’artiglio, non sarà in grado di raccoglierle. Ricorda che la capacità di raccogliere oggetti o cibo con l’indice e il pollice si sviluppa tra i 10 e i 9 mesi. Idealmente, i pezzi dovrebbero essere un po’ più grandi del tuo pugno, in modo da poter raccogliere il pezzo di cibo, succhiarlo e assaggiarlo.

Consiglio

Il modo migliore per presentare il cibo fino a 9-10 mesi è sotto forma di bastoncini lunghi, perché il bambino non è ancora in grado di fare la tenaglia.

Prendi il tuo dito indice come riferimento per sapere quanto deve essere lungo il bastoncino (patate, zucchine, carote…)

Cucinando. Ci sono alcuni cibi che non possono essere consumati crudi, perché sono molto duri. Ad esempio, il cetriolo può essere dato crudo, ma le carote o le zucchine devono essere cotte. Idealmente, al vapore o al forno, per mantenere i nutrienti.

Cosa fare se il bambino soffoca?

Niente panico. Anche se prendi tutte le misure necessarie, può capitare che il tuo piccolo si strozzi. È normale, fa parte dell’apprendimento.

Ma non avere fretta. Soffocare non significa che le tue vie aeree si ostruiscano e soffochi. I bambini hanno meccanismi di difesa per evitare il soffocamento: tossiscono, vomitano ed espellono il pezzo di cibo.

Sai già che dovresti sempre supervisionare.

Condividi questo post con chi è interessato 😉…

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00